ARZAN

CD - Folkclub-Ethnosuoni - 2003

     
 

RAP-A NUI (R. Aversa – M. Bertani –- M. Salituro)

A possa, a possa e a monta, a monta, varda com a monta!
A monta parej che n’onda, parej che n’onda an mes al mar
E a pussa, a pussa e a munta ...

E monta, monta e sale, Ma guarda come sale!
E sale, sale e monta e monta, guarda come monta!
Monta dalla faglia più profonda, come il moto anomalo di un’onda,
nata da un sussulto di bonaccia, che nella notte spinge, monta e viaggia.

Notte di sonno di navi e timonieri. notte di sonno di cuori e di pensieri.
Notte bastarda ,caduta a tradimento, senza tramonto e senza sentimento.

E a possa, a possa e a monta...

E monta, monta e sale ma guarda come sale!
E sale e sale e monta e monta guarda come monta.
Arriva molto dopo la sua ombra. c’è chi la vede e chi solo gli sembra
che questa notte sia talmente scura e silenziosa da fare un po’ paura.

Notte di sogni che volgono al desio. Notte di oppio, dorme anche il buon Dio.
Notte di agguati, di frodi e di misfatti. Fate la nanna, tranquilli e soddisfatti.

E a possa, a possa e a monta...

E sale, sale e monta e monta guarda come monta!
E monta e monta e sale come il mare sotto il temporale,
che ti prende senza darti tempo di trovare scampo sottovento
e sottovento il posto è già occupato in questa notte di guerra e di mercato.

Notte ferita, trafitta da un lamento. Notte che scalpita di rabbia e di scontento.
Notte blindata assediata dal rancore. Cos’è che sale e monta?
Cos’è questo rumore?

E a possa, a possa e a monta...

 

 

RAP PER NOI

Spinge, spinge e monta, monta, guarda come monta!
Monta come un’onda, come un’onda in mezzo al mare